Monthly Archives: Gen 2014

Presentazione e ritiro per la Bardiani Csf

Intenso fine Gennaio per il Bardiani – CSF Pro Team, che il 24 Gennaio sarà impegnato di fronte a sponsor, media nazionali ed internazionali con la sua presentazione ufficiale, presso il locale Fuori Orario a Taneto di Gattatico (RE). Alla presentazione, guidata dalla speaker Barbara Pedrotti, sarà tra gli altri presente il neo-ct azzurro Davide Cassani, Vittorio Adorni, Paolo Belli e tanti giornalisti, simpatizzanti ed amici della giovane squadra dei Reverberi, pronta all’ennesima annata tra i protagonisti nelle corse di tutto il globo.

Successivamente il team italiano si muoverà verso Massa Marittima (GR), dove sarà in ritiro alla Tenuta Il Cicalino dal 25 fino alla vigilia dell’esordio stagionale, fissato il giorno 2 Febbraio con il GP Costa degli Etruschi. La Toscana sarà quindi sede della rifinitura dei ragazzi, che svolgeranno l’ultima fase del training indizzato al debutto stagionale di Donoratico.

Read More
Prima parte di gennaio in scioltezza

Sono molto contento della settimana appena trascorsa, sono riuscito a seguire alla lettera il programma stilato concludendo con 20 ore giuste di allenamento ben suddivise tra bici, corsa e nuoto. Fortunatamente il tempo è stato clemente e mi ha consentito di portare a termite tutti e tre i workout bike previsti grazie ai quali ho totalizzato un buon volume in Z2 (aumento resistenza di base) ma anche in Z3.

I miei allenamenti in bici vedono prevalentemente inserite al loro interno quasi sempre ripetute in Z3, zona che reputo fondamentale per la preparazione di una gara come l’IM 70.3.

Read More
Stages, la prova del misuratore scelto da Sky

Nelle ultime 48 ore, una notizia “tecnica” ha attirato l’attenzione degli appassionati di ciclismo e praticanti di tutto il mondo; il passaggio della corazzata Sky, per molti squadra all’avanguardia in termini di tecniche e metodologia di allenamento, dai misuratori di potenza SRM (usati sin dalla nascita della formazione britannica) ad un nuovo marchio di misuratori, Stages.

Per gli addetti ai lavori, lo Stages (presentatosi inizialmente sul mercato come Stage One) è in realtà uno strumento ben conosciuto e molto atteso, poiché per lungo tempo in Italia non abbiamo potuto testarlo a causa della mancata distribuzione (solo in USA e Canada coi canali ufficiali). Io stesso, per entrarne in possesso, mi sono dovuto rivolgere all’estero, e aspetto che venga distribuito ampiamente anche in Italia per consigliarne l’acquisto.

Read More
le zone di allenamento: prospettiva multi-disciplinare

In un precedente articolo, “allenarsi in zona” (lo trovate qui) abbiamo visto come ogni zona di allenamento del ciclista (in watt per chi ha il powermeter, ma anche basandosi sul cardio) sia correlata ad adattamenti fisiologici specifici, e come questi adattamenti vadano calibrati sulle esigenze dell’atleta e della richiesta specifica di gara.

Questa volta estendiamo il tema a tutte e tre le discipline, e vediamo perchè sia molto importante lavorare con parametri efficaci ai fini dell’allenamento.
Le zone di allenamento, come abbiamo già visto, vengono stabilite con parametri differenti, al fine di allenare con precisione i sistemi energetici che concorreranno durante lo sforzo agonistico. Determinando i parametri in modo scientifico, l’atleta potrà lavorare sulle richieste specifiche della gara, e periodizzare il training per giungere al massimo della forma il giorno della gara.

Read More
Prime fatiche del 2014

Le settimane avanzano veloci ormai, siamo già agli inizi del 2014 e mancano giusto 9 mesi all’appuntamento chiave dell’anno!
La settimana attuale mandato definitivamente in archivio il periodo di festività. In un certo senso non mi dispiace: ritornare alla routine quotidiana, almeno con gli allenamenti, mi consente di organizzare al meglio tutti gli impegni quotidiani.

Le sedute si sono concentrate quasi totalmente sull’endurance e sulla tecnica, in tutte le discipline. Questo è un periodo dell’anno dove si “macinano” chilometri e si curano gli aspetti coordinativi, anche se inserisco sempre qualche lavoro veloce per non “imballare” troppo la gamba.

Read More