Degasperi terzo all’europeo Ironman

Degasperi terzo all’europeo Ironman

Bellissimo podio dell’atleta trentino Alessandro Degasperi, nella prova valida per il ampionato europeo Ironman 70.3 svoltasi a Wiesbaden. Come spesso accade, abbiamo pubblicato ora anche il file interattivo della sua prova in bicicletta.


Dopo pochi chilometri di bici si forma un gruppo di 14 atleti, i migliori. Triatleti del calibro di Sebastian Kienle, campione del mondo in carica nella distanza Ironman 70.3, Jan Frodeno, Peter Robertson, 3 volte campione del mondo ITU, i forti Sylvain Sudrie, Ivan Vassiliev, Manuel Kung, Ritchie Nicholls, recente vincitore dell’Ironman 70.3 UK e Josh Amberger. 

Già staccato, invece, Faris Al Sultan, vincitore di Kona nel 2005. A ridosso della prima ora ecco subito un bel parziale sulla salita di quasi 6km, con cadenza sulle 80 rpm medie e un bel valore di 389 wN, in linea con le cp sostenibili dall’atleta e con la sua Ftp. Ottima Vam, ben 1300 m/h nonostante pendenze sotto il 6% medio (cui la Velocità Ascensionale Media è appunto correlata). Fc molto elastica e ottima inerzia cardiaca anche a inizio salita. Buone oscillazioni con picchi sui 600w nel tratto in costa successivo, 325wN sui 25′ successivi, con grandi variazioni sulle salitelle, sempre sopra i 23 km/h di media.

Prima della discesa finale un’ulteriore serie di tratti a salire con picchi prossimi ai 400w, uno sforzo veramenre importante ma leggermente sopra-soglia per Degasperi, che dispone delle qualità ciclistiche per reggere il confronto anche su queste intensità, per lui ancora pienamente aerobiche. Cadenza sempre fluida anche a salire, sulle 90 rpm con oltre 33 di media su strada tutta all’insù. Gli ultimi chilometri in bici, discesa, sono davvero corsi a velocità alte, basti pensare che prima dell’ingresso della T2, si sono toccati oltre 100 km/h. Dieci sono gli uomini che entrano in T2 nel giro di 40”.
Alessandro entra settimo ed esce quarto, cin circa 328w normalizzati su 2h23 ed un dislivello complessivo di quasi 1400m.


Soddisfatto della prova Alessandro:
“Sono stanco ma felice, ce l’ho messa tutta. Anche in questa occasione ci ho provato sino in fondo. Questa gara è la conferma di una grande forma. Un grazie alla mia famiglia che mi supporta sempre e a tutto il mio team di lavoro. Ora un paio di giorni di recupero e poi penserò alle prossime sfide”.

Complimenti!

Simone Casonato
Fondatore di ScienceOfCycling Italia alla fine degli anni 2000, si occupa di programmazione del training ed è esperto nell’analisi dati degli atleti di endurance. E’ da anni Trainingpeaks Certified Coach e ha alle spalle esperienze internazionali nel ciclismo e nel triathlon; ha lavorato nel 2013 e 2014 con la Bardiani-CSF come responsabile della preparazione, vincendo quattro tappe al Giro d’Italia in due anni, ed è risultato il più giovane allenatore pro del circuito mondiale UCI WorldTour. Ha ottenuto più di 200 vittorie in ambito amatoriale, tra cui il titolo mondiale Ironman in Canada nel 2014 e numerose maglie tricolori in ambito ciclistico, sia nelle GF che nei circuiti. Attualmente si occupa di ricerca scientifica applicata agli sport di endurance, programmazione e supporto degli atleti di tutti i livelli, professionisti WT e amatori (ciclismo e triathlon) in tutta italia e all’estero (USA, Cina, Emirati Arabi e Gran Bretagna). Dal 2015 è anche consulente ricerca per Abu Dhabi Sports e svolge attività di ricerca scientifica in ambito Endurance. E’ da anni membro dello European Congress of Sport Science e relatore in congressi e convegni europei. Attualmente lavora con la squadra Pro russa Gazprom – Rusvelo e il team Pro Biesse Arvedi Continental per lo sviluppo della valutazione funzionale degli atleti professionisti durante la stagione 2019 e 2020.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.