Vigilia importante per Pro e Under23

Vigilia importante per Pro e Under23
Venerdì di vigilie importanti quello odierno, in quel di Nizza. Scatta domani un Tour de France molto particolare, praticamente a porte chiuse, e con rigidi protocolli di sicurezza mai sperimentati prima dai corridori e dallo staff, chiusi nella cosiddetta “bolla” per tutti i 3470 km del percorso.

E già con la tappa di domenica, la seconda con partenza da qui, si vedranno alcuni dei pretendenti alla maglia gialla, visto che si scaleranno oltre 4000m di dislivello, incluso il mitico Col de Turini. Per la classifica finale occhi puntati su Roglic, Bernal ma anche sui cacciatori di tappe, che tra domani e lunedì avranno due percorsi veloci in cui misurarsi.
Sempre domani ma in territorio italiano scatta anche uno degli appuntamenti principali della stagione U23 della Biesse-Arvedi, il Giro d’Italia. Dopo le vittorie all’Extragiro ed i piazzamenti post-lockdown anche su Pista, martedì nell’ultima prova pre-Giro i ragazzi hanno dimostrato il loro talento a Gambassi Terme, alle porte di Firenze.
Kevin Colleoni è salito sul secondo gradino del podio del Gran Premio del Chianti – Colline d’Elsa, dopo un finale di tappa al cardiopalma per il team: Filippo Conca ha guidato la gara ed è stato ripreso a 100 metri dall’arrivo dopo 40 chilometri in solitaria, finendo quarto. Sesto Menegotto, mentre Kevin ha perso per un soffio la volata a due finale con Tiberi.
La squadra sta quindi confermando quanto di buono fatto finora e, dopo aver lavorato al meglio in questa ripartenza di stagione (anzi, sin dal Laigueglia Pro di febbraio, corso in modo sorprendente), i ragazzi sono consapevoli di poter fare un grande Giro U23 e mettersi in mostra in vista dei futuri palcoscenici.
Contento anche di questi mesi trascorsi insieme tra test fisiologici ed aerodinamici: sempre un piacere lavorare con ragazzi così talentuosi e motivati a migliorare.
Un grande augurio a tutti loro ed allo staff capitanato dal Ds Milesi; dopo il bel Giro dello scorso anno, sono tutti pronti a ripetere le belle cose già mostrate durante tutto questo 2020.
Simone Casonato
Fondatore di ScienceOfCycling Italia alla fine degli anni 2000, si occupa di programmazione del training ed è esperto nell’analisi dati degli atleti di endurance. E’ da anni Trainingpeaks Certified Coach e ha alle spalle esperienze internazionali nel ciclismo e nel triathlon; ha lavorato nel 2013 e 2014 con la Bardiani-CSF come responsabile della preparazione, vincendo quattro tappe al Giro d’Italia in due anni, ed è risultato il più giovane allenatore pro del circuito mondiale UCI WorldTour. Ha ottenuto più di 200 vittorie in ambito amatoriale, tra cui il titolo mondiale Ironman in Canada nel 2014 e numerose maglie tricolori in ambito ciclistico, sia nelle GF che nei circuiti. Attualmente si occupa di ricerca scientifica applicata agli sport di endurance, programmazione e supporto degli atleti di tutti i livelli, professionisti WT e amatori (ciclismo e triathlon) in tutta italia e all’estero (USA, Cina, Emirati Arabi e Gran Bretagna). Dal 2015 è anche consulente ricerca per Abu Dhabi Sports e svolge attività di ricerca scientifica in ambito Endurance. E’ da anni membro dello European Congress of Sport Science e relatore in congressi e convegni europei. Attualmente lavora con la squadra Pro russa Gazprom – Rusvelo e il team Pro Biesse Arvedi Continental per lo sviluppo della valutazione funzionale degli atleti professionisti durante la stagione 2019 e 2020.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.