pioneer

pioneer powermeter

interessante strumento che aspettiamo di testare

Utilizzando estensimetri doppi (uno su ogni braccio della pedivella sinistra / destra), questo prodotto Pioneer ottiene dei dati di potenza indipendenti da entrambe le gambe, e trasmette queste informazioni 12 volte all’interno di ogni rotazione del pedale.

Oltre a misurare l’applicazione delle forze in dodici punti a ogni colpo, il misuratore di potenza offre anche altri parametri nuovi: dove la potenza venga applicata ad ogni rotazione del pedale, la posizione delle coppie torcenti e gli angoli di forza per ogni colpo di pedale, così come la posizione e il livello di potenza “negativa” all’interno di una pedalata.

Rilevando i lievissimi cambiamenti nella tensione sulla pedivella ogni 30˚ durante la pedalata, il “SGY-PM 900” misura la forza e la direzione della stessa in 12 posizioni per ciclo. Con questi dati, analizza le caratteristiche della pedalata e quantifica le prestazioni definendole secondo il valore di “efficienza della pedalata” sul display dell’unità.

Tutte le guarniture Pioneer / Shimano Power Meter sono testate e funzionano tra i -10 ℃ e i 50 ℃  di temperatura.
La calibrazione del punto di zero-offset è molto semplice ed i sensori memorizzano le caratteristiche del nuovo ambiente per poi rispondere automaticamente alle variazioni di temperatura.

Compatibile con tutti  i device Ant+ come i vari Garmin Edge, così come con il computerino di proprietà, il PowerMeter Pioneer è costruito per funzionare in condizioni estreme (testato da squadre pro come Belkin e UHC) ed il design completamente integrato aggiunge solo 64 grammi alla pedivella nuda.

Misura fino a 2.150 Watt a 120 RPM,  ha una precisione di +/- 2% ed è disponibile in protezioni trasmettitore rosso e nero. Il costo nei mercati anglosassoni è di 1550 dollari per la versione Shimano Ultegra e 1850 per quella Dura-Ace, vedremo quando arriverà da noi.