power2max

power2max

spider leggero, dall'ottimo rapporto qualità-prezzo

Strumento dell’azienda tedesca, dotato di spider (in diversi colori) da montarsi sulle pedivelle in maniera molto semplice (pedivelle acquistabili anche separatamente, tranne che nel caso di Fsa), e disponibile sia da solo che in coppia con la pedivella corrispondente.
Buona la disponibilità di guarniture. Gli estensimetri sono nel disco che funge da spider, a sua volta disponibile per vari standard di movimento centrale (per chi ha BB30  c’è la versione per Rotor sopra i 1000eu, foto a lato). Il prezzo è competitivo, partiamo con la nuova versione Fsa a 840eu con la pedivella inclusa. Il costo dunque è interessante, anche se qualità costruttiva un pochino ne risente, dal vivo risulta un pcohino “plasticoso”, ma non per questo poco funzionale allo scopo. Non viene prodotto un computer dedicato, ma utilizzando il protocollo di trasmissione Ant+ e può essere facilmente interfacciato con strumenti di terze parti, Garmin Edge in primis.

Ha presentato in passato qualche problema di accuratezza dei dati a causa delle variazioni di temperatura, ove i percorsi non consentissero l’auto-calibrazione dei valori di offset.Il drift incriminato è stato però risolto (per chi già possiede un P2m a nov/2012) con un upgrade (a pagamento, 67,90eu) in grado di correggere il problema, inviando  lo spider direttamente alla casa teutonica. La nuova versione presenta un’affidabilità in linea con la concorrenza, e prevede anche il bilanciamento tra arto dx e sx in % (anche se si tratta di una stima indiretta e quindi poco veritiera).

P2M è ad oggi uno strumento ideale per entrare nel mondo dei powermeter ad un prezzo accessibile, anche se le versioni Rotor 3D+ sono molto leggere. Dall’inizio del 2014 sarà disponibile anche una versione alleggerita e ridisegnata (con compatibilità con nuove pedivelle, come Specialized e Cannondale), denominata Type S.