Powermeter, le novità da Eurobike

Powermeter, le novità da Eurobike

Dopo i primi assaggi, pubblicati qualche giorno fa, e riguardanti il misuratore Factor e le novità PowerTap e Power2Max (prima sulla pagina Facebook, poi riassunti qui http://news.scienceofcycling.it/#post96 ), ecco un sunto di quanto visto ad Eurobike in tema powermeters, sicuramente uno dei settori più dinamici e a noi cari per il training. Propongo le 5 novità/aggiornamenti più interessanti, in quanto di Garmin Vector si è già ampiamente parlato, Quarq ha aggiornato la gamma senza grosse novità già qualche mese fa e iBike è tutto da scoprire, specie sul nostro mercato.

SRM PowerControl 8

Ampiamente annunciata negli scorsi mesi, questa nuova unità è un’evoluzione dell’attuale PC7 oggi sul mercato, e completa la propria dotazione con un’antenna GPS, scaricamento dei dati e configurazione dell’unità attraverso il segnale Wi-Fi, Bluetooth per le comunicazioni con Smartphone (non per la trasmissione dei dati ai sensori..) e ovviamente ANT + per la trasmissione dei dati dai powermeter in commercio.

Il nuovo schermo è più ampio e con risoluzione 240 x 400 px, possiede la retro-illuminazione intelligente con sensore apposito (per adattarsi alle differenti condizioni di luce), altoparlante e pulsanti a sfioramento, con un tocco differente rispetto all’attuale PC7.

I PC8 garantiscono piena compatibilità con tutti i misuratori di potenza ANT+ presenti in commercio (al contrario di quanto succedeva finora..), e pare che verranno inseriti anche i dati del bilanciamento destra / sinistra, zone di allenamento personalizzabili (W/CP/FTP), potenza normalizzata (NP), Training Score Stress (TSS) e IF.
L’unità avrà un nuovo connettore per consentire la ricarica della batteria, e questo sarà identico a quello sviluppato per ricaricare le batterie dei nuov SRM Powermeter (foto qui sopra). Il PC8 avrà 30 ore di autonomia della batteria con il GPS attivo, e 100 ore senza GPS.
Il prezzo dovrebbe rimanere immutato rispetto all’attuale PowerControl7 (quindi sui 700 euro di listino), con disponibilità a partire da maggio 2014.

Rotor Power
Per il misuratore di proprietà Rotor, si segnala un nuovo upgrade al firmware (SW8), che dovrebbe aver risolto alcuni problemi riscontrati con questo prodotto dagli utenti (qualche ragazzo si allena con noi e utilizza questo misuratore da oltre 6 mesi ormai). Dovrebbero essere incrementate anche le capacità di produzione di questo strumento, per accelerarne la disponibilità sul mercato.

Pioneer Powermeter
Atteso sul mercato ad un prezzo di circa 2500 euro, inizialmente nel nord Europa e poi via via in tutti gli altri paesi (UE ed extra UE), questo interessante misuratore, testato dai Belkin, è composto da un’unità elettronica applicabile alla pedivella (nel caso, solo Shimano Durace 9000 o 7900-7950) tramite una serie di rivenditori addestrati a compiere l’operazione in modo appropriato (quindi, niente vendita online o montaggio fai-da-te, almeno nelle intenzioni).
La pedivella viene alimentata da 2 batterie CR2032, con 300h di autonomia dichiarata, che trasmettono via ANT+ standard all’unità specifica.
 Quest’ultima ha un’autonomia di 12h, si ricarica tramite USB e permette la registrazione delle coppie applicate sulla pedivella ogni 30 gradi circa, quindi con un’ottima precisione e compatibilità anche con altri devices (SRM PC8 escluso).
Molto bella anche l’interfaccia grafica adottata, con la possibilità di visualizzare separatamente anche le spinte prodotte separatamente dai due arti, sinistro e destro. Completano la dotazione un’antenna GPS e un’unità di memoria da 8 GB.

Polar Keo Power
Per il misuratore della casa finlandese, sviluppato in collaborazione con Look, un upgrade gratuito che consentirà una ricalibrazione dell’unità direttamente tramite il produttore e la presenza della trasmissione dati via Bluetooth Smart. Rimangono sempre gli 8 stress gauges (così scrive la casa), una precisione del 2% circa, l’identificazione delle differenze tra gamba dx e gamba sx.

L’aggiornamento Bluetooth Smart è previsto per marzo/aprile del prossimo anno (2014), consentendo sia la tradizionale trasmissione con segnale WIND Polar che con Bluetooth Smart; in aggiunta, novità anche sul fronte software per il pedale destro,al fine di aggiungere parametri ulteriori che possano rendere la trasmissione ancora più efficace e corretta.
I pod montati a lato sono stati ridisegnati per minimizzare lo spessore ridurre le interferenze lamentate da alcuni clienti con la catena della bicicletta; le nuove dimensioni dovrebbero anche garantire una compatibilità maggiore con le pedivelle diffuse sul mercato.


Ciclosport Powermeter

Interessante soluzione in uscita per l’estate 2014, ad un prezzo annunciato di 999 euro incluse le pedivelle (ma non le corone), questo nuovo misuratore basato sul movimento centrale permetterà di scegliere pedivelle in carbonio o alluminio, nero o argento.
L’unità elettronica si collegherà dal movimento centrale alla batteria e al trasmettitore, invierà i dati tramite ANT+ e consentirà oltre ai wattaggi di conoscere anche la differenza di spinta tra gli arti.

 

Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.