Tag Archives: simone

Ultimi test ciclistici di questo 2018

Ultima intensa settimana prima delle feste. Ne abbiamo approfittato anche per svolgere la seconda tornata di test fisiologici con i ragazzi della squadra ciclistica Pro Continental Biesse Carrera Team Continental, che ci hanno scelto per programmare al meglio la stagione 2019.

Read More
Test vo2max per ciclismo e triathlon

Periodo intenso di test e programmazione, quello di ottobre e novembre. Tra tutti i test di valutazione funzionale disponibili, ho sempre avuto una particolare predilezione per il test Vo2Max in laboratorio, test che riproponiamo anche in Puglia settimana prossima in collaborazione con il centro di Luigi Mazzotta a Novoli (LE). Perchè effettuare un test vo2max in questo periodo?

Read More
Palestra e preparazione invernale

L’allenamento invernale coi pesi è uno degli argomenti più trattati in questo periodo. Il tema è molto complesso da affrontare per il coach e l’atleta, e la letteratura scientifica ha ampiamente indagato la questione negli ultimi vent’anni.
La durata di breve periodo (2-4 mesi) degli studi, il disegno differente dei lavori scientifici, l’eterogeneità degli atleti coinvolti e le numerose variabili sottoposte al giudizio dei ricercatori, non consentono una risposta definitiva alla questione, specie guardando agli atleti di alto livello. Alcune ricerche suggeriscono un miglioramento delle capacità prestative degli atleti che effettuano un mix di allenamento aerobico e palestra (pur con differenti modalità e protocolli di lavoro).

Read More
Asimmetria di spinta e potenze crescenti

L’avvento dei misuratori mono-lato, da Stages in avanti, ha posto il problema della veridicità dei dati potenza rilevati, o meglio stimati, dal sistema stesso.

Read More
Tour 2017: i dati della vittoria di Aru, il confronto con i big

La prima sfida tra i big di questo Tour 2017 si è consumata sulla salita della Planche des Belles Filles, al quinto giorno di gara. La tappa ha dato i primi verdetti, evidenziando il dominio tra le squadre di BMC e Sky, il crollo dei reduci dal Giro 2017 e soprattutto la fantastica condizione del sardo dell’Astana. Vediamo insieme come sono andati gli atleti, ieri e rispetto alle passate edizioni passate da questa stessa salita.

Read More
Oropa: dati di scalata da Pantani a Dumoulin

Come preannunciato alla fine dello scorso articolo di analisi (lo trovate qui), Tom Dumoulin ha fatto valere le proprie doti di cronoman conquistando la maglia rosa nella prova contro il tempo di Montefalco: oltre 39 km percorsi a 47.180 km/h di media, infliggendo distacchi pesanti agli scalatori in corsa per la vittoria finale (Nibali a 2’07, Quintana a 2’53, Pinot a 2’42).

Read More
Proteine prima di addormentarsi?

Allo stato attuale, vari studi indagano le corrette fonti e tempistiche di consumo delle proteine, onde massimizzare il recupero e la sintesi proteica post-esercizio, ottimizzando il ricondizionamento muscolare.

Read More
L’inverno del ciclista

L’inverno del ciclista è cambiato molto in questi ultimi anni, è cambiato l’approccio alla fase di costruzione e anche la consapevolezza di come l’attività invernale possa incidere sul prosieguo della stagione agonistica, non negli aspetti direttamente collegati alle capacità prestative, quanto in quelli collaterali.
Di norma, la lunghezza della fase di costruzione dipende da una serie di fattori strettamente individuali, e legati sia alla diversa periodizzazione del training (gli obiettivi stagionali) che al clima della propria regione di appartenenza.

Read More
Forza&ciclismo: considerazioni preliminari

Il discorso “forza” nel ciclismo cela una serie infinita di equivoci, e dibattitti. Possiamo dunque partire definendola, genericamente, “la capacità del sistema neuromuscolare di sviluppare tensioni per superare resistenze” (cit Kusnezov).
Il maggior equivoco metodologico (a mio parere) risiede nel considerare la forza resistente come l’unica o la principale, componente da allenare nel ciclista (vedasi abuso delle SFR in passato). In realtà, le forze in gioco sono molteplici, e per ognuna coesistono metodologie e strumenti appropriati.
In ambito ciclistico non esiste una forza univocamente intesa, ma tante componenti differenti e comunicanti, ognuna di esse va allenata in modo opportuno a seconda del periodo, degli obiettivi e dell’atleta in questione (caratteristiche muscolari, disciplina ciclistica praticata e attitudini personali).

Read More
Allenarsi in altura: linee guida e possibili benefici

Molti atleti d’élite prendono oggi parte a stage in altitudine, fino a 3-4 volte all’anno, spesso con grandi aspettative. Dal punto di vista della ricerca scientifica, i risultati dei lavori svolti rendono più controversa la disputa riguardo ad un possibile miglioramento delle prestazioni. Dal punto di vista ematico, dopo circa 15 giorni di altura si verifica un aumento progressivo della concentrazione dei globuli rossi (in risposta all’ipossia), aumentano sia la secrezione dell’ormone eritropoietina (EPO) che la concentrazione di emoglobina ed ematocrito ( sempre in risposta alla riduzione della pressione parziale dell’ossigeno). Non è però chiaro come questo si correli con ogni persona, ed i risultati della permanenza in altitudine sono soggettivi e difformi tra atleti, in quanto i miglioramenti nella prestazione sembrerebbero derivare da altri adattamenti periferici.

Vediamo insieme di approfondire sinteticamente l’argomento con considerazioni attuali e linee guida per la permanenza in altura.

Read More
1 2 3 9