Ultimati i test Gazprom-Rusvelo a Peschiera del Garda

Ultimati i test Gazprom-Rusvelo a Peschiera del Garda

Ultimo giorno di test alla fine del primo ritiro sul Garda per gli atleti della Gazprom. Sempre molto curioso di “scoprire” i motori degli atleti nuovi, che si uniscono al gruppo in vista della stagione 2021.

Ogni test è accompagnato da grande curiosità scientifica, è una sorta di nuovo capitolo che si apre, come avviene ad ogni stagione con qualsiasi amatore. In questo caso poi avevamo due atleti agli antipodi per età e caratteristiche.

Da un lato ossia un 34enne campione navigato come Kreuziger, capace di vincere corse come l’Amstel e di entrare 4 volte nella top ten al Tour. Dall’altra un giovane di belle speranze come Vacek, diciottenne campione europeo Juniores a crono e autore di una decina di vittorie a stagione nella categoria, che farà il salto direttamente da Juniores a Pro senza passare dagli Under.

Per entrambi gli atleti dei test fuori dal comune sia come Vo2Max che anche come analisi lattacida, testimonianza di un motore aerobico da fuoriserie, in linea con i risultati ottenuti nelle rispettive carriere. Anche il deterioramento del Vo2Max di Roman è molto contenuto rispetto al passato, come si conviene per chi rimane al top della propria carriera nel corso degli anni, dai tempi della Liquigas.

L’analisi effettuata in accordo con lo staff dei medici è stata decisamente completa: se un amatore poco allenato di solito raggiunge la soglia lattacida a circa il 60% del proprio Vo2Max, gli atleti più allenati anche a livello amatoriale arrivano fino al 75-80% del massimo consumo di ossigeno. In questo caso, gli atleti Elite/pro invece una soglia lattacida molto alta rispetto al loro Vo2Max, e sono in grado di pedalare anche all’85-93% della soglia, cosa che fa la differenza in una competizione come il ciclismo.

La differenza tra Vo2Max e capacità lattacide è però nel grado di modificazione dei numeri: la soglia anaerobica lattacida subisce variazioni significative, non è fissa come il massimo consumo di ossigeno, ed attraverso un allenamento adeguato un ciclista può aumentare la percentuale di VO2max a cui corrisponde la soglia lattacida.

Per i due nuovi acquisti Gazprom-Rusvelo ora un periodo al caldo in Spagna per poter strutturare bene quella base che li accompagnerà durante la stagione 2021, speriamo ricca di soddisfazioni.

Simone Casonato
Fondatore di ScienceOfCycling Italia alla fine degli anni 2000, si occupa di programmazione del training ed è esperto nell’analisi dati degli atleti di endurance. E’ da anni Trainingpeaks Certified Coach e ha alle spalle esperienze internazionali nel ciclismo e nel triathlon; ha lavorato nel 2013 e 2014 con la Bardiani-CSF come responsabile della preparazione, vincendo quattro tappe al Giro d’Italia in due anni, ed è risultato il più giovane allenatore pro del circuito mondiale UCI WorldTour. Ha ottenuto più di 200 vittorie in ambito amatoriale, tra cui il titolo mondiale Ironman in Canada nel 2014 e numerose maglie tricolori in ambito ciclistico, sia nelle GF che nei circuiti. Attualmente si occupa di ricerca scientifica applicata agli sport di endurance, programmazione e supporto degli atleti di tutti i livelli, professionisti WT e amatori (ciclismo e triathlon) in tutta italia e all’estero (USA, Cina, Emirati Arabi e Gran Bretagna). Dal 2015 è anche consulente ricerca per Abu Dhabi Sports e svolge attività di ricerca scientifica in ambito Endurance. E’ da anni membro dello European Congress of Sport Science e relatore in congressi e convegni europei. Attualmente lavora con la squadra Pro russa Gazprom – Rusvelo e il team Pro Biesse Arvedi Continental per lo sviluppo della valutazione funzionale degli atleti professionisti durante la stagione 2019 e 2020.
Related Posts

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.