top of page
cibo salutare

Nutrizione

Non soltanto la preparazione atletica, anche l’alimentazione va gestita in maniera oculata per garantire un rendimento ottimale e continuità nel training settimanale.

Il nostro corpo necessita del carburante giusto per funzionare al meglio, in primis globalmente, e poi nello specifico intervenendo sul recupero tra gli allenamenti, sull’apporto energetico ottimale in allenamento ed in gara,  così come per ottimizzare la resa in salita (wattaggio pro chilo).

Questo significa intervenire sull’integrazione durante la seduta impegnativa o nei differenti allenamenti settimanali, ripartendo in modo personalizzato i macronutrienti, le calorie ed il timing di assunzione nel corso della giornata.

La ciclizzazione dei macro, e le tempistiche di intervento nella fase pre-powst workout, sono fattori spesso trascurati, tanto quanto la qualità del cibo stesso.

Il noto “siamo quel che mangiamo” ha valenza per ogni essere umano

Ma nella nostra disciplina seguire uno schema alimentare scientificamente valido può fare la differenza tra due atleti dotati di parametri fisiologici analoghi: sia per quel che riguarda il peso e la composizione corporea che, ancor più, nell’ottica del recupero tra un allenamento e l’altro o durante una corsa a tappe, ove strategie adeguate e consapevoli possono evitare l’insorgere delle cosiddette “giornate no”.

Per questo motivo è possibile per gli atleti avvalersi di una consulenza nutrizionale, finalizzata all’ottimizzazione della composizione corporea e del peso, ottimizzando n modo tangibile la performance atletica in salita ed il recupero all’interno dei vari mesocicli di preparazione.

Sulla bilancia

In cosa consiste

Nutrizionista
Condimenti salutari per toast

01

Lo scopo del servizio è fornire un piano dietologico altamente individualizzato e finalizzato a sostenere il training e la salute dell’atleta nella sua globalità.

03

L’intake dei singoli macronuetrienti può e deve variare non soltanto in funzione dell’allenamento da svolgere, anche in corrispondenza dei diversi periodi della stagione, con riguardo alle abitudini personali ed alle condizioni climatiche della zona di residenza.

02

Ove il dimagrimento auspicato sia importante, spetterà al Medico dello Sport stilare una vera e propria dieta (dopo un’attenta anamnesi alimentare, un colloquio con esame clinico e l’utilizzo di un holter metabolico).

04

Per gli agonisti più incalliti o per chi ha particolari esigenze sono inoltre disponibili piani individualizzati diintegrazione alimentare che, nel rispetto delle proprie abitudini alimentari e degli eventuali esami ematologici/intolleranze, guidino ad un uso intelligente e consapevole degli integratori in commercio.

Prenota una consulenza

Nei nostri pacchetti di allenamento prevediamo anche un servizio di nutrizione e controllo dei parametri dell’atleta, attraverso la presenza nel centro di personale specializzato e nutrizionisti di grande valore e professionalità. Il servizio che prevede un colloquio iniziale con anamnesi corporea, e successivo incontro con redazione della dieta personalizzata, ha un costo di 80 euro tutto incluso.

Organic Vegetables
  • Esiste una durata minima per i pacchetti di allenamento?
    La durata minima di ogni pacchetto è di quattro mesi rinnovabile. Si consiglia di fare sempre almeno 6-8 mesi di lavoro per poter introiettare il metodo di lavoro e poter costruire una solida base metodologica. Esiste poi un pacchetto annuale con pagamento mensile che copre tutta la stagione.
  • E' necessario il misuratore di potenza per poter sottoscrivere l’abbonamento?
    Non è necessario il misuratore di potenza per potersi allenare con i nostri piani, tuttavia è fortemente consigliabile dotarsi di questo strumento, soprattutto nei piani di allenamento più avanzati che prevedono maggior analisi del lavoro svolto.
  • Cosa differenzia i vari pacchetti?
    La differenza sostanziale riguarda l’assistenza che forniamo all’atleta che lavora con noi. Nei pacchetti più avanzati, abbiamo un’analisi più frequente degli allenamenti e anche una revisione costante del piano di lavoro, per tenere sempre fresca ed aggiornata la propria programmazione della settimana.
  • E' consigliabile fare un test di valutazione? Se si, dove?
    Il test di valutazione è fondamentale per avere delle zone di lavoro coerenti con la propria fisiologia. Il test di valutazione può essere proposto sia indoor ed outdoor, a seguito del colloquio con l’atleta e della sua vicinanza geografica. Tipologia e svolgimento del test sono da valutare individualmente con il coach.
  • Come avviene il pagamento del programma di lavoro?
    Il pagamento del programma di lavoro, della durata minima di 4 mesi, può essere effettuato in sede, tramite bonifico bancario, carta di credito, PayPal. Il programma può essere rinnovato man mano oppure rateizzato mensilmente con addebito su carta.
  • Chi si occupa del servizio di nutrizione?
    Il nostro servizio nutrizionale viene svolto da medici o biologi nutrizionisti che collaborano con noi da tanti anni ed hanno la nostra completa fiducia. Il lavoro viene dato in carico da loro e collaborano con noi in merito anche alla parte di allenamento prevista nel programma.
  • Come si svolge la visita?
    La visita avviene in sede o a distanza, tramite un’anamnesi corporea per capire le esigenze reali di calo ponderale e/o ottimizzazione corporea. Una volta effettuato il colloquio con il nutrizionista, viene stilata una dieta alimentare che poi viene inviata all’atleta.
  • Quanto costa il servizio di nutrizione? E’ collegato a quello di allenamento?
    Il servizio di nutrizione ha per la prima visita un costo variabile da 80 a 150 euro. Sono previste delle visite di controllo e follow up, ma il servizio è a parte rispetto a quello di allenamento, seppur ad esso collegato per la definizione di obiettivi e strategie.
  • Il servizio prevede anche una parte di integrazione?
    Si, il servizio di nutrizione prevede, qualora ce ne fosse bisogno o per specifici eventi come gare e uscite lunghe, anche il supporto dell’integrazione alimentare, definita attraverso specifici prodotti di integrazione comunemente disponibili sul mercato.
  • Quanto posso perdere grazie ad una dieta mirata?
    L'obiettivo della visita nutrizionale non è perdere peso, bensi creare il giusto supporto al fine di migliorare la salute e, in secondo luogo, la prestazione atletica ed il recupero dell’atleta interessato. Il peso è solo una conseguenza di un regime alimentare ed uno stile di vita corretto.
  • Quale biomeccanica si consiglia tra le varie opzioni disponibile?
    La scelta della visita biomeccanica dipende dalle proprie esigenze e da quanto si vogliano approfondire le tematiche specifiche come sella, scarpe, etc. Si suggerisce sempre un colloquio con il bikefitter per poter ricevere un consiglio in merito. Ovviamente la componente economica può orientare la scelta dell’atleta tra i vari pacchetti.
  • Che differenze ci sono tra visita basic e classic?
    La visita classic prevede in aggiunta della basic (analisi 3d + tacchette statiche) anche l'analisi la pressione del sellino. L’analisi della sella include anche la valutazione della parte pelvica, e quindi riguarda anche la propria postura e non solo, non soltanto, la scelta di un sellino più adatto.
  • Avete a disposizione delle selle test?
    Si, ogni sede in cui operiamo dispone di diverse selle (brand e modelli) per poter trovare un riscontro immediato alle proprie necessità, analizzando la sella direttamente in laboratorio. Si consiglia un contatto preliminare col bikefitter per segnalare eventuali esigenze particolari in merito a dolori / fastidi al soprasella.
  • La visita biomeccanica avviene in sella alla propria bicicletta?
    Si, tutte le visite avvengono utilizzando la propria bicicletta. Preferiamo la propria bici all’ergometro, anche se alcune sedi dispongono anche di bici virtuali o ergometri per poter fare una visita senza la propria bici. Tuttavia, si consiglia sempre di portare la propria bici in sede.
  • Dopo la visita viene rilasciato un foglio con le misure?
    Si, viene rilasciato un pdf con le proprie misure e lo storico degli eventi effettuati durante il test biomeccanico. In seguito anche un check di follow-up risulta già incluso nel primo test biomeccanico, in modo da verificare dopo qualche mese l’esito delle operazioni effettuate nel primo incontro.
bottom of page